Condividi
  •  
  •  
  •  

Comunicazione e turismo: un legame alla ricerca della sicurezza.

 

Il turismo è sempre stato il fiore all’occhiello della nostra meravigliosa Italia.

Il post lockdown ha lasciato spazio alla bella stagione e al desiderio di lasciarsi alle spalle questi mesi difficili, con una rigenerante vacanza o qualche giorno in assoluto relax. Anche il mondo della comunicazione digitale ha subito importanti cambiamenti, ma questo non ha scoraggiato i più coraggiosi, che hanno rimesso in discussione il loro operato per far fronte alla stagione estiva ed essere pronti a soddisfare una domanda oggi, ancor di più esigente.

Quali sono le strategie più efficaci?

 

  • Lavorare sul prodotto o servizio offerto

È importante dimostrarsi partecipi del momento e impegnati nel trovare le corrette norme di sicurezza per andare incontro ad una domanda sempre più attenta a logiche legate a igiene, sanificazione, buone prassi di pulizia e distanziamento sociale.

Per queste ragioni come primo obiettivo si punta ad elevati standard di pulizia e sanificazione degli ambienti, prevedendo ad esempio la sanificazione con trattamenti a ozono, dispenser di sapone e gel mani in zone condivise.

Tutte queste buone azioni è opportuno comunicarle, per rassicurare i consumatori per tutto il periodo della vacanza.

 

  • Mantenere le relazioni con i clienti

Occorre sfruttare al meglio tutti gli strumenti di comunicazione per far capire alla clientela che l’attività della struttura ricettiva prosegue.

L’obiettivo della comunicazione turistica è quello di far percepire il brand attraverso alcuni espedienti:

  • Costruire una comunicazione positiva in grado di rassicurare i potenziali clienti.
  •  Fornire sostegno agli utenti su come gestire le prenotazioni, le cancellazioni, i voucher.
  • Pubblicare contenuti che coinvolgano gli utenti, come storie legate al territorio.
  • Procedere con un buon lavoro di branding può contribuire ad essere ricordati dai dagli utenti e dai potenziali clienti.

 

  • Aggiornare la strategia social

Sui social network in modo specifico è importante riprendere i concetti e gli obiettivi alla base della nostra strategia editoriale legata al post Covid.

Per queste ragioni è fondamentale creare dei contenuti che valorizzino la mission e i servizi offerti, con un particolare focus su:

  • Le buone prassi messe in campo per la messa in sicurezza del personale e delle strutture ricettive
  • Il territorio, sue bellezze, le sue tradizioni e le sue peculiarità

 

  • Usare le newsletter

Non puntare solo sulla comunicazione social ma anche su una strategia di invio di newsletter suddivise per tipologia di destinatario, le offerte di lancio per la stagione estiva, disponibilità di servizi aggiuntivi per gli ospiti.

Una buona prassi è quella di pensare a delle campagna basate sulle conversioni e sul remarketing rivolto a chi già ci conosce il brand

Secondo uno studio dell’Osservatorio turistico il 40% degli ospiti è propenso a ripetere la vacanza presso una struttura che ben conosce.

I social e la newsletter sono perfetti alleati per comunicare in questo periodo.

 

  • Valorizzare la Brand reputation

Rispondere alle recensioni è sempre una buona pratica per qualsiasi brand. Un profilo social curato, attivo e che risponde tempestivamente a messaggi e recensioni ha sempre un buon impatto su chi legge.

 

Resilienza e serenità sono due importanti parole chiave che puntano ad adattare la comunicazione ai bisogni dei clienti e alle difficoltà, valorizzando le attrattive della propria realtà in modo responsabile, mostrandosi empatici e sensibili verso il fenomeno.

Impact Hub Bari