Condividi
  •  
  •  
  •  

Mettere a disposizione di giovani innovatori tutte le competenze necessarie a dare vita a un’impresa, è l’obiettivo di «Estrazione talenti», l’intervento messo a punto dall’Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione (Arti) e dalla Regione Puglia che stanzia dieci milioni di euro in tre anni.

Con queste risorse i team di aspiranti imprenditori potranno comprare servizi dalle cosiddette ‘factory’, cioè i gruppi di soggetti pubblici e privati, nazionali e internazionali, che si formeranno con l’avviso pubblico ‘Selezione factory’ al quale potranno partecipare, tra gli altri, enti di ricerca, università, associazioni imprenditoriali, distretti produttivi e tecnologici. In autunno, invece, sarà pubblicato un secondo avviso pubblico a sportello in cui saranno raccolte le candidature degli aspiranti imprenditori.

Estrazione dei Talenti finanzia quindi percorsi personalizzati di accompagnamento e accelerazione rivolti a team di aspiranti imprenditori innovativi, nell’ambito delle aree prioritarie di innovazione della Strategia di specializzazione intelligente pugliese:

– Manifattura sostenibile;

– Salute dell’Uomo e dell’Ambiente;

– Comunità Digitali, Creative e Inclusive.

I dettagli dell’intervento, gli aggiornamenti e le modalità di candidatura sono consultabili sul portale dedicato estrazionedeitalenti.arti.puglia.it.

“Estrazione dei Talenti” è un intervento cofinanziato dall’Unione Europea a valere sul POR Puglia 2014- 2020 – Asse Prioritario OT VIII “Promuovere la sostenibilità e la qualità dell’occupazione e il sostegno alla mobilità professionale” e Asse Prioritario OT X “Investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente”.

Impact Hub Bari