Condividi
  •  
  •  
  •  

Street artist, pittore, poeta, archeologo e animatore sociale. Da un anno membro di Impact Hub Bari, Biagio Lieti ha tramutato la propria vena artistica in una realtà imprenditoriale che vuole creare valore e rinnovare il senso di comunità.

 

Fractal

 

Intervista di Claudio Mundo

 

Biagio, prima dell’arte hai conosciuto l’artigianato. Come?

Credo di aver sviluppato la mia propensione alla manipolazione dei materiali grazie alla professione di mio padre, che ho perso all’età di sei anni: il laboratorio da sarto di alta moda che conduceva è stato il luogo in cui ho potuto osservare l’arte della trasformazione di un tessuto in un oggetto cui era riconosciuta la qualità di “bello”.

 

Quale compito hai dato alla tua pittura?

Il mio rapporto con l’arte è maturato nel tempo e ha assunto numerose forme, ma non ha mai smesso di farsi strumento per l’animazione di comunità, proponendo una visione sui luoghi abitati e su quelli abbandonati: sono passato dai graffiti (per la riscrittura dei contesti e della cultura della strada) alla rappresentazione delle manifestazioni dell’abbandono nella città di Carosino e nel suo agro, che custodiscono le mie origini.

 

Com’è iniziato il percorso verso Fractal?

La mia formazione nelle arti grafiche e l’attività di scrittura poetica (che ho sviluppato ispirandomi a grandi maestri della pittura e della letteratura) mi hanno portato per cinque anni a Roma, dove ho lavorato nell’editoria. In quel periodo, ho scoperto l’attività di decoratore di superfici: ogni fase di questo lavoro mi rendeva felice, incluse quelle della turbolenta ideazione e progettazione in team.

 

Cosa ti ha riportato a casa?

Nacque in me il desiderio di tornare in Puglia per realizzare qui un’idea di impresa, una microscopica presenza per la creazione di valore. A sostenermi, come sempre da 14 anni a questa parte, c’era la mia compagna Elisa, che da 2 mesi mi ha reso padre della piccola Cecilia. Mentre la mia embrionale idea di startup cercava ispirazioni in Italia e in Europa, le possibilità del bando regionale Nidi fecero da impulso per la strutturazione imprenditoriale.

 

Chi sceglie Fractal cosa cerca in voi?

Oggi coniughiamo la realizzazione manuale di decorazioni e allestimenti con l’innovazione dei linguaggi del design, della grafica e della street art; realizziamo pitture murali e decorazioni d’interni ed esterni per spazi pubblici e privati; uniamo la scelta di materiali ecocompatibili a una progettazione estetica personalizzata che valorizzi gli ambienti di vita e di lavoro attraverso la scelta dei colori e delle forme; favoriamo la somiglianza tra gli spazi, che diventano distintivi, e chi li vive.

 

Com’è il legame tra la tua arte e le dinamiche del coworking?

Ho vissuto in prima persona le varie tornate di Bollenti Spiriti, pertanto ho avuto modo di conoscere sin dall’inizio la storia di Impact Hub Bari. Non posso che ritenerlo un luogo di lavoro ideale, oltre che uno spazio mobile estremamente stimolante. So per esperienza come la sola frequentazione in ufficio dei colleghi possa diventare claustrofobica, un coworker ha invece la possibilità di riscoprire quotidianamente il grande valore degli aspetti relazionali.

 

Vuoi scoprire come funziona Impact Hub e diventare coworker? Scrivici a info@hubbari.net o compila il modulo sottostante!

Informazioni sulle Membership

  • Nome e Cognome
  • La tua Email
  • A quale Membership sei interessato?
  • Hai bisogno di altre informazioni?
  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.