Condividi
  • 10
  •  
  •  

AREA GEOGRAFICA: Italia

SETTORI DI ATTIVITÀ: digitale; tecnolocico; valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca)

BENEFICIARI: persona fisica, startup innovative max 60 mesi

SPESE FINANZIATE: spese di investimento e di gestione

TIPO DI AGEVOLAZIONE: contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero

DOTAZIONE FINANZIARIA: 200 milioni di euro (bando a sportello)

 

Smart&Start Italia è un finanziamento pubblico che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative in tutto il territorio nazionale.

Di seguito definiamo chi sono i beneficiari, in cosa consistono le agevolazioni, come fare domanda e i requisiti che servono per accedere agli incentivi. Per assistenza e accompagnamento nella compilazione della candidatura non esitare a contattarci, scrivici a info@hubbari.net.

 

A CHI SI RIVOLGE

– A start-up innovative di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Per start-up innovative si intendono le imprese che rispondono a precisi requisiti di legge tra cui:

– società di capitali costituite da non più di 48 mesi;

– Che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;

– con valore della produzione fino a 5 milioni di euro. (per i dettagli sui requisiti vedi Art. 25 del DL n.179/2012)

– A team di persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

 

ATTIVITÁ AMMESSE

Produzione di beni ed erogazione di servizi, che:

-si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo

e/o

– si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale

e/o

– si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca).

(N.B. Sono escluse le attività di produzione primaria dei prodotti agricoli)

 

COSA FINANZA

Progetti che prevedono programmi di spesa, di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, per beni di investimento e/o per costi di gestione.

Tra le principali voci di spesa ammissibili:

–  per gli investimenti: impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche; componenti HW e SW; brevetti, licenze, knowhow; consulenze specialistiche tecnologiche, marketing e web marketing;

– per la gestione: personale dipendente e collaboratori; licenze e diritti per titoli di proprietà industriale; servizi di accelerazione; canoni di leasing; interessi su finanziamenti esterni.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro i 2 anni successivi alla stipula del contratto di finanziamento.

 

COME SI PRESENTA LA DOMANDA

La presentazione delle domande e dei piani di impresa per accedere ai finaziamenti e agevolazioni del programma smart and start gestito da Invitalia, possono essere presentate fino al 2020, per cui anche nel 2018, utilizzando il modulo domanda online e allegando i piani d’impresa e la documentazione richiesta.

Per accedere alle agevolazioni occorre quindi registrarsi sul sito dedicato cliccando qui, compilare on line la domanda e il piano d’impresa e trasmetterla per via telematica insieme ai relativi allegati, previa apposizione di firma digitale del legale rappresentante o, nel caso di società non ancora costituite, dalla persona fisica “proponente”.