Condividi
  •  
  •  
  •  

Abbiamo incontrato il nostro hubber Francesco Osa, in questo periodo super impegnato a far vivere ai turisti esperienze fantastiche con la sua startup “Tour nel Sud”, un aggregatore di servizi turistici e strutture eco-friendly nato proprio ad Impact Hub.

 

– Come è nato il vostro progetto e in cosa consiste?

Siamo Francesco, esperto E-Tourism e Marketing, ed Alberto, ingegnere informatico. Dopo un percorso di studi su modelli turistici tecnologicamente avanzati come quelli nord europei, nel 2012 abbiamo vinto “Principi Attivi” ed abbiamo creato “Tour nel Sud”. La nostra idea si basa su tour di gruppo esperenziali e un booking online che permette di prenotare una vacanza totalmente ecosostenibile presso strutture recettive ecofriendly, scegliendo eco-itinerari a basso impatto ambientale: bike tour, geo-trekking, degustazioni, speleo-trekking.

 

– Dal 2012 che evoluzioni ci sono state nel turismo pugliese e quindi in Tour nel Sud?

Se all’inizio abbiamo incentivato il turismo incoming adesso ci stiamo dedicando anche al turismo outdoor pugliese,  proponendo pacchetti ai pugliesi che desiderano viaggiare all’estero. Una sezione speciale è quella del Woofing: un collegamento fra strutture e viaggiatori che pagano la propria vacanza “in natura”. Se si vuole fare un’esperienza particolarmente ricca come quella del lavoro agricolo in una struttura ecosostenibile si può offrire il proprio lavoro in cambio di alloggio: allo stesso tempo anche gli operatori possono offrire alloggio in cambio di lavoro.

 

– Che ruolo ha avuto Impact Hub?

Tour nel Sud è un progetto nato ad Impact Hub, all’interno del coworking siamo riusciti a potenziare il nostro progetto e affascinati dal network globale abbiamo fin da subito strutturato la startup come una green community di viaggiatori. Il visitatore del portale ha la possibilità di accedere ad una pluralità di servizi che gli permetteranno di organizzare la propria vacanza ecosostenibile per tutta la durata del soggiorno, scegliendo solo operatori che operano secondo criteri di sostenibilità ambientale.

 

– Proprio oggi avete pubblicato il nuovo portale “Tour nel Sud”, in cosa consiste?

Il portale www.tournelsud.com è un sito web ma anche un progetto di local e-commerce, grazie al quale ci rivolgiamo tutti coloro che dall’estero vengono a visitare la Puglia, e le regioni del Mediterraneo, offrendo loro servizi innovativi quali il booking online di camere presso strutture ricettive ecofriendly; eco-itinerari organizzati con obiettivi di compatibilità ecologica e socio-culturale. Inoltre è possibile prenotare menu e prodotti a km zero presso ristoratori e aziende agricole locali facenti parte della rete di partner commerciali coinvolti.

 

Che viaggi consiglieresti tra i tanti proposti da Tour nel Sud per quest’estate?

Vi consigliamo per il mese di Agosto un viaggio di 6 giorni alla scoperta delle affascinanti coste dell’Albania.
Partendo in traghetto da Bari raggiungeremo Durazzo, visiteremo con un road-trip la fortezza di Berat, i quartieri museali di Mangalemi e Gorica, andando sempre più verso sud. Un tour che amalgamerà aspetti naturalistici con la storia di Butrinto e l’arte delle piccole cittadine sparse in questa terra tutta da esplorare.
Visiteremo la sorgente dell’Occhio Blu, dove ci immergiamo in una natura fiabesca, quasi irreale.
Bianche spiagge e distese di arenili ci faranno ricaricare in momenti di piacevole relax.

Per settembre invece vi proponiamo un week-end alla scoperta del meraviglioso Gargano e delle Isole Tremiti. Percorrendo suggestivi sentieri con panorami mozzafiato all’interno della macchia mediterranea, ci affacceremo sulle bianche falesie, grotte e faraglioni nel mare turchese.

Il viaggio prevede anche un tour in barca durante il quale esploreremo le isole di San Dominio, San Nicola e Capraia dal mare e da terra, alla scoperta di paesaggi unici.

 

– Come evolverà in futuro “Tour nel Sud”?

Vogliamo organizzare viaggi di team building dedicati alle aziende, e perchè no un tour di Hub in viaggio!