Condividi
  •  
  •  
  •  

Sostenibilità, riciclo e innovazione i concetti su cui puntare per vincere.

Fondazione Bracco, Fondazione Giuseppina Mai e Banca Prossima, con il supporto del Comune di Milano, l’incubatore Speed MI Up, Federchimica e Fondazione Italiana Accenture, lanciano la seconda edizione del bando Start to be Circular dedicato a startup impegnate nell’economia circolare.

possono partecipare:

  • Startup (innovative e non) già iscritte al Registro delle Imprese. (Per startup innovative, anche a vocazione sociale, si intendono le imprese che rispondono ai requisiti di legge previsti Decreto Legge 179/2012, convertito dal Parlamento con Legge del 18 dicembre 2012 n. 221 e successive modifiche.)
  • Team di persone fisiche che intendono costituire entro 4 mesi dalla data di conclusione del Bando una startup in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

Tutti i candidati devono avere oggetto sociale in linea con i valori e gli obiettivi che il Bando persegue e/o presentare un progetto avente rilievo di natura sociale. Avere oggetto sociale in linea con i valori e gli obiettivi che il Bando persegue e/o presentare un progetto avente rilievo di natura sociale.

L’età media del team di ciascuna startup non dovrà essere superiore a 39 anni. I team vincitori dovranno dare la propria disponibilità a seguire il percorso di incubazione a Milano, presso Speed MI Up, seguendo integralmente il percorso di formazione proposto.

Premio di 10.000 euro complessivi alle prime due start-up vincitrici, un percorso d’incubazione per ciascuna delle startup vincitrici. Inoltre Fondazione Bracco e Banca Prossima hanno sottoscritto una convenzione che prevede la costituzione di un fondo di garanzia per permette l’erogazione di finanziamenti alle start up vincitrici per un importo complessivo massimo pari a 90.000 euro.

Il bando è aperto fino al 3 novembre 2017, per maggiori info consultate il sito dedicato cliccando qui.

Impact Hub Bari