Condividi
  •  
  •  
  •  

Coworking: ne avete mai sentito parlare?

L’ufficio tradizionale sta lasciando il posto ad una concezione molto più innovativa del lavoro: Coworking. In questo articolo vi spieghiamo 5 buoni motivi per condividere uno spazio di lavoro invece di rimanere isolati (e magari con il portafogli più leggero) tra le vostre quattro mura.

Il Coworking è molto più di un modo di lavorare. E’ vero e proprio stile che predilige la condivisione degli spazi, mantenendo, però, l’autonomia delle attività.

L’isolamento: il rischio delle professioni moderne. I professionisti che lavorano da casa o quelli che viaggiano finiscono spesso per svolgere la propria attività in condizioni di isolamento. Perdere la concezione dell’interazione umana è la cosa peggiore che possa accadere ad un brillante lavoratore autonomo. Il Coworking può essere una soluzione perché l’ambiente condiviso ha anche la funzione di mettere in contatto le persone e favorire le collaborazioni, grazie alla sinergia che si crea in maniera naturale.

I 5 vantaggi dell’ufficio condiviso. Perché scegliere il Coworking?

I motivi per scegliere la condivisione dello spazio di lavoro sarebbero innumerevoli, ma possiamo sintetizzarli in 5 buoni motivi. Eccoli:

  • Lo scambio di professionalità. Necessità di consigli, consulenza o collaborazioni? Gli ambienti di lavoro condiviso sono frequentati da persone dotate di talenti di diverso tipo: dalla grafica all’informatica, dall’architettura alla comunicazione.  In particolare in spazi estesi come quello di Impact Hub Bari, c’è un continuo via vai di persone di talento. Questo significa che la ricerca di collaboratori o consulenti con particolari skills può essere realizzata nel giro di qualche minuto. Insomma, tutta la professionalità che serve è a portata di mano e, allo stesso tempo, ci si deve sempre aspettare di essere “interpellati”.
  • L’ispirazione. Molte persone che hanno lavorato in solitudine hanno perso un po’ di creatività, e questo è assolutamente normale perché manca l’ispirazione. In questo senso, il Coworking può essere una scelta che cambia la vita. Come? Semplicemente frequentare uno spazio di lavoro condiviso ed ascoltare le storie degli altri pone l’individuo in una situazione psicologica di apertura mentale, di rinnovato interesse e conseguente stimolo per nuove idee. Perché è importante ascoltare, ma è anche divertente condividere il proprio racconto. Inoltre, uno spazio di Coworking pensato e curato nel modo giusto è anche bello da vedere. E l’estetica, si sa, ha la sua grande parte nel mondo del business. Accogliere i vostri clienti senza dovervi preoccupare della logistica e dello spazio vi garantisce di svolgere il vostro lavoro comodamente con un grande vantaggio per l’immagine della vostra impresa.
  • La Community. Sia virtuale, sia fisica, la community di Coworking è l’elemento base per un ufficio condiviso che funzioni veramente. Non andreste al lavoro più entusiasti sapendo di trovarvi persone che trasmettono la giusta energia? I momenti di networking, le pause caffè e, spesso, i festeggiamenti in compagnia, rappresentano le consuetudini che rafforzano la community e scandiscono le giornate lavorative. Anche le più impegnative.
  • Nessuna utenza. Buona parte del tempo in ufficio vola via al telefono per gestire le varie utenze. Tra ritardi, disguidi e ricerca dell’operatore più vantaggioso, si fa prima a lavorare in uno spazio in cui tutto ciò è gestito e garantito, anche a livello tecnologico. Il lavoro condiviso elimina le preoccupazioni per l’amministrazione e il funzionamento di Internet, del riscaldamento, e di tanto altro (a seconda dell’organizzazione degli spazi che possono comprendere cucina e a volte posti letto per la community).
  • Il vantaggio economico. Nonostante le utenze siano solitamente incluse nei contratti di “affitto” (esistono diverse formule in base al tempo e agli spazi di lavoro richiesti), il Coworking resta la soluzione più vantaggiosa nella scelta di un ufficio. Rispetto ad un ufficio privato, infatti, un ambiente condiviso permette di ammortizzare e abbattere meglio i costi. A parità di utilizzazione, il Coworking permette di risparmiare almeno la metà sull’affitto mensile rispetto all’ufficio privato.

Il Coworking è il futuro del lavoro, perché il mondo si può cambiare e anche subito, ma bisogna essere uniti. Noi di questo ne siamo convinti, ma siamo altrettanto determinati nell’affermare che ciò non può avvenire in piccoli spazi di lavoro senza valori e regole condivise. Da Amsterdam a Johannesburg, da Singapore a San Francisco, Impact Hub è un network internazionale di coworking in costante crescita; mette in rete più di 15mila professionisti che hanno scelto la strada della condivisione, e non solo. Innovazione, rispetto per l’ambiente e per gli altri, creatività e cultura sono alla base della crescita. Oltre 90 Impact Hub sono già aperti in tutto il mondo e ognuno ha la sua community con i propri eventi e iniziative. Grazie alla rete impact Hub, infatti, lo spazio diventa il luogo nel quale convertono i più interessanti progetti di innovazione sociale.

Ma adesso siamo noi a chiedervi: perché rimanere isolati quando esistono almeno 5 buoni motivi per scegliere il Coworking?